fbpx

La guida definitiva ai Tatuaggi Maori: dalla storia alla tecnica utilizzata

tempo di lettura: 14 minuti

I tatuaggi Maori sono uno degli stili più ricercati e amati del tatuaggio tribale.

Devi sapere che i tatuaggi Maori appartengono alla body art Polinesiana. 

La Polinesia è una delle regioni in cui tradizionalmente viene divisa l’Oceania ed è all’incirca compresa in un triangolo tra la Nuova Zelanda, l’Isola di Pasqua e le isole Hawaii.

Devi sapere che lo stile del tatuaggio Maori è uno dei tanti stili appartenenti al tatuaggio polinesiano

Ora ti starai chiedendo..

Come veniva distinto e caratterizzato il tatuaggio maori, rispetto a tutti gli altri stili di tatuaggio polinesiani?

Intorno al 1000 d.C i popoli polinesiani avevano colonizzato la maggior parte delle isole abitabili.

Ciascun arcipelago presentava tratti culturali specifici, una lingua, una mitologia e un proprio stile di tatuaggio e degli elementi rappresentati.

I Maori sono riconoscibili proprio attraverso il moko, ovvero un tatuaggio più che distintivo.

Lascia che ti racconti di più, dalla storia a tutto il mondo riguardante il tatuaggio maori.

Pronto per scoprire i tatuaggi maori? Si inizia.

Illustrazione durante lo svolgimento di un tatuaggio Maori (pinterest.com)

Indice dell'articolo

Tatuaggi maori: La storia e le sue origini

I Maori sono un popolo polinesiano diffuso principalmente in Nuova Zelanda e Australia

La parola Maori nella lingua originale significaNormale”. E’ la netta contrapposizione della parola “Pakeha” che veniva associata al tempo agli inglesi, ovvero “Invasori”.

Attraverso alcuni studi linguistici e ricerche scientifiche si pensa che la storia e le origini della popolazione Maori abbia inizio verso il 1280.

La tradizione dei Maori parla di una leggendaria terra d’origine, Hawaiki (Polinesia tropicale), anche se poi tutti i racconti sulla propria storia variano da tribù a tribù.

Durante il periodo “Arcaico”, la regione di Otago in Nuova Zelanda, era il centro della cultura Maori.

Regione di Otago, Nuova Zelanda (freeworldmaps.net)

La speranza di vita in quel periodo era davvero bassa, dato a problemi legali all’alimentazione e alle infezioni.

La storia della popolazione Maori fu però caratterizzata da un evento particolare.

E sai qual’è?

La colonizzazione degli Inglesi.

Lascia che ti racconti di piu..

La storia della popolazione Maori prese una forte piega durante i primi anni del XIX secolo quando le popolazioni europee, tra cui gli Inglesi, iniziarono ad avere regolari contatti con le tribù Maori.

Nel 1814 i missionari europei decisero di intraprendere un’opera di conversione religiosa, portando Hongi, uno dei capi tribu Maori a Oxford, con lo scopo di aiutare un professore a realizzare un dizionario e una traduzione della Bibbia in lingua Maori.

Nonostante il trattato di Waitangi stipulato il 6 Febbraio 1840, a Waitangi, da 40 capi tribù Maori e dal rappresentante dell’Impero Britannico William Hobson, i Maori non hanno mai cercato l’integrazione con altre etnie del paese pur essendo convertiti al cristianesimo.

Oggi la cultura dei Maori si divide in tre gruppiIsole del NordIsole del Sud e Isole Chatham.

capo-tribu-maori-tomika-te-muro
Uno dei capi tribù Maori - Tomika Te Muro

La fede e la cultura praticata dai maori

I Maori dopo l’arrivo in una di queste isole polinesiane, si sono riprodotti creando nuove generazioni, fino al punto poi di dividersi in tanti gruppi differenti.

Durante lo stesso periodo ogni tribù iniziava a realizzare strumenti propri, avere un pensiero personale e una propria cultura, inventando così anche termini per nomi e cose.

Ogni popolazione polinesiana quindi non riusciva a comunicare efficacemente con le altre  tribù, per questo ogni singola popolazione diede un nome diverso allo stesso oggetto.

Le ricerche storiche hanno attestato che le popolazioni Maori e quelle delle Isole Marchesi, sono state delle popolazione elite rispetto a tutte le altre popolazioni polinesiane, perché sono stati dei leader per quanto riguarda la loro cultura e il loro progresso.

isole-del-sud-polinesia-storia-e-cultura-delle-tribu-maori
Isole del Sud - Polinesia

Il credo Polinesiano, in special parte quello Maori, fa riferimento alla forma del mondo. I Maori non sanno che la terra sia rotonda, proprio perché loro credo che esistano differenti mondi.

Il primo di questi mondi era sicuramente il loro, ovvero la terra o l’isola dove vivevano.

Il secondo mondo era quello del mare ovvero “Mondo dei pesci”, dove loro sapevano che non potevano vivere a lungo li. 

Il terzo era quello del cielo che apparteneva a tutti gli animali che erano in grado di volare.

I Maori avevano la necessità di credere in un altro mondo o comunque in qual cosa dopo la morte. 

Credevano che ci sarebbe stata una nuova vita legata ai loro ricordi, alla famiglia e non una scomparsa nel nulla.

Per loro quel mondo doveva esistere e affermavano che tutti gli antenati che dopo la morte sarebbero giunsi li a riunirsi e riposarsi

Quel famoso mondo per i Maori era il mare.

Gli antenati Maori dopo la morte sarebbero riusciti a mettersi in contatto con alcuni “Dei” durante la loro vita nel nuovo mondo, per aiutare e proteggere le persone care sulla terra.

La tartaruga era infatti un simbolo sacro perché veniva considerato come portatore di messaggi tra i due mondi, la terra e il nuovo mondo.

Maori-tatuaggio-tartaruga
Illustrazione di una tartaruga Maori (pinterest.com)

Questo perché la tartaruga era in grado di sopravvivere in entrambi i mondi, spostandosi costantemente.

La tartaruga era quindi il mediatore tra i due mondi, l’animale che metteva in relazione e in comunicazione i Maori con i loro antenati.

Ma non solo, c’è qualcosa di più.

La tartaruga era considerata anche come “guida o navigatore”, ovvero era colei che ti trasportava dopo la morte dal mondo reale al nuovo mondo compiendo così l’ultimo viaggio.

Per i Maori, la pratica del tatuaggio era un chiaro comunicatore di forza e protezione dagli antenati ai figli.

La tartaruga è quindi un simbolo davvero importante nella cultura e nel tatuaggio Maori che riesce a proteggerti da molti ostacoli e pericoli.

Nei tempi antichi infatti veniva considerato come il simbolo d’eccellenza che ti proteggeva durante la pesca da squali o da terribili incidenti.

Oggi chiaramente il senso non sarebbe lo stesso ma verosimilmente farebbe riferimento a mentre ti puoi trovare in giro per strada, in auto, durante un viaggio.

Da tutto ciò che hai letto riguardo sulla storia dei tatuaggi Maori posso dirti che loro erano certi di una cosa: niente viene da niente.

Per la cultura Maori infatti ogni persona doveva essere pronta a lottare per la propria terra, perché secondo loro non bastava desiderare di averla sempre e solo per te.

guerra-del-moschetto-storia-dei-maori
Guerra del Moschetto - 1807 - 1837 (pinterest.com)

Bisognava anche essere pronti ad affrontare il mare e tutti i suoi pericoli se volevi sostenere la tua famiglia. E ad oggi, questa lezione di vita è ancora valida.

I Maori affermano: “Non puoi sperare di farti un tatuaggio che ti porti fortuna e vincere alla lotteria, così da non dover più lavorare.”

Come ho citato in precedenza, ti volevo riportare nuovamente un pensiero dei Maori.

Questo popolo polinesiano conosce esattamente il valore e il potere di ogni tatuaggio, perché i Maori puntualizzano che questi simboli sono chiari riferimenti alla vita quotidiana con sfide legate precisamente all’immagine reale.

Anche se sono passati più di 100 anni, la simbologia del tatuaggio Maori non è cambiata.

La lucertola ad esempio, è rimasta sempre un simbolo di protezione personale e per la famiglia da controversie create con amici, conoscenti o parenti.

La lucertola, simboleggia anche l’armonia e la perfetta unione tra marito e moglie.

Il significato in tutto questo tempo non sarà cambiato di ciascun tatuaggio ma qualcos’altro si.

Continua a leggere e scopri di più…

ecco il significato del tatuaggio maori

Ora che ti ho introdotto la storia e la cultura della popolazione Maori, possiamo parlare dei tanto attesi tatuaggi maori.

I tatuaggi tradizionali Maori anche chiamati ta-moko o semplicemente moko, sono dei tatuaggi che decorano e ornano il corpo, richiamando allo stesso tempo la loro tradizione antica, piena di significati.

Infatti il tatuaggio Maori riporta al proprio interno l’incredibile cultura di questo popolo polinesiano, sottolineando che l’arte del tatuaggio non rappresenta solo un modo per abbellire il proprio corpo, ma è un momento più che profondo: è la fase del pieno status sociale e quella del passaggio di maturità.

Devi sapere che per i Maori questo periodo, è un periodo che merita di essere ricordato e segnato per sempre.

Oltre all’aspetto simbolico, il tatuaggio Maori si differenzia da tutti gli altri tipi di tatuaggi polinesiani per un motivo ben preciso.

E indovina qual è?

La curvatura e la spirale dei disegni.

Maori-Ta-moko-tatuaggio-donna-spalla-tattoo-women
Ta Moko femminile realizzato da @liljwd (instagram.com)

Lascia che ti racconto di più..

Nella maggior parte della body art o della cultura del tatuaggio polinesiano i disegni erano rappresentati da motivi geometrici e lineari adatti agli strumenti utilizzati dai maestri tatuatori, mentre i disegni Maori venivano rappresentati con curvature e con riferimenti a dinamismi spiralici.

Tutti questi motivi erano tratti principalmente dalle decorazioni artigianali di questa popolazione neozelandese.

Un altro elemento distintivo del tatuaggio Maori rispetto agli altri stili di tatuaggio polinesiano è sicuramente il fatto che questi a seguito della guarigione del tatuaggio, producevano una cicatrice.

Ultimo ma non meno importante degli altri, almeno anni fa, è la posizione del corpo.

Oggi, l’esatta posizione dei simboli Maori non è più rilevante come molti anni fa, dove per ogni simbologia esisteva una corretta posizione del corpo.

Tatuaggio maori: Moko e Kirituhi cosa sono?

Nella cultura del tatuaggio maori esistevano tatuaggi specifici per ogni individuo, famiglia, clan e tribù.

MOKO

Esistono diverse tipologie di Moko, tra cui il Moko tradizionale che è uno dei motivi più simbolici appartenenti al tatuaggio Maori.

In pratica, posso dirti che il moko tradizionale era un tatuaggio che rappresentava il profilo naturale del viso tracciando così un perfetto “indice geografico” dei lineamenti della persona, esaltandone così l’espressione.

Questo tipo di tatuaggio è però riservato solo ed esclusivamente alle persone presenti all’interno della tribù e soprattutto in particolare a tutti i guerrieri o a quelle persone che hanno contribuito ad aiutare in qualunque modo la società.

Maori-tatuaggio-moko-tradizionale-uomo
Moko tradizionale uomo Maori, illustrazione realizzata da Horatio Gordon Robley (Maori Tattooing)

 

Un viso tatuato con cura e attenzione era il motivo di orgoglio per i guerrieri proprio perché durante una battaglia apparivano più feroci e in presenza di una donna più attraenti.

In un certo senso anche per le donne era importante portare un moko tradizionale.

Questo tipo di tatuaggio maori femminile era però meno elaborato rispetto a quello maschile, profilando solo le labbra e colorandole di nero donava un aspetto di maggior bellezza nella figura femminile.

Talvolta potevano essere anche realizzati dei motivi che coprivano il mento e alcune linee spirali sulle guance e sulla fronte.

I capi Maori ricordavano a memoria il proprio moko tradizionale che portavano sul viso tanto da essere usato come firma.

Se vuoi saperne di più sul Moko Tradizionale Maori leggi ora l’articolo Tatuaggi Maori: svelate le 8 zone segrete del Moko tradizionale.

KIRITUHI

I Kirituhi sono una categoria di tatuaggi appartenenti al tatuaggio Maori.

Vengono considerati una categoria di tatuaggi speciali perchè non appartenente solo ai guerrieri, a uno status social o a alle persone presenti all’interno di un clan.

I Kirituhi sono considerati quindi accessibili a tutti, ma privi di riti e di un valore simbolico a differenza dei Moko.

Questi Kirituhi sono stati eseguiti da Jay (su instagram @liljwd), nello studio di tatuaggi Otauhi Queenstown

(otautahitattoo.com/queenstown).

Tatuaggio maori: Differenza tra uomo e donna?

Anche per il sesso i simboli Maori sono separati, mettendo qualsiasi simbolo correlato alla donna a sinistra e per il maschio a destra.

I tatuaggi Maori per le donne sono piuttosto simili a quelli di un uomo. Molti simboli e significati sono praticamente uguali

La differenza più importante tra i sessi è precisamente una:

Il corpo femminile non viene tatuato in nessun punto del busto

Illustrazione di una body suite Maori di un guerriero (Die Marquesaner di Karl Von Den Steinen)
Illustrazione di una body suite Maori di una donna (Die Marquesaner di Karl Von Den Steinen)

Devi sapere infatti che la donna viene tatuata nelle braccia, nelle gambe e in alcuni casi specifici anche sulla parte più bassa del viso che comprende le regioni facciali, quali mento e bocca.

Ora ti starai chiedendo..

Ma qual è la ragione per cui le donne non si tatuano il busto?

Per la cultura Maori, il busto femminile, non viene tatuato perché ritengono che il corpo femminile sia già bello di per sè, senza il bisogno di ornarlo con tatuaggi.

Di conseguenze anche le smagliature di una donna vengono considerate un simbolo importante che raffigura la volontà di procreare, espandendo così il proprio clan.

Ogni bambino aumenta il livello di apprezzamento all’interno della sua famiglia e della sua tribù.

tutti gli strumenti e le tecniche utilizzate dai maori

Il tatuatore tradizionale Maori, soprannominato tohunga-ta-moko, poteva utilizzare due tecniche per tatuare:

 

  1. La prima consisteva nel tracciare le linee con il pigmento così da realizzare il disegno esclusivamente con la linea senza nessuna campitura di colore.

     

  2. Nel secondo caso, la tecnica che utilizzava era lasciare appositamente del bianco, ovvero pelle, all’interno del disegno per poi creare una profonda campitura di colore nello sfondo del tatuaggio.


Ma ora ti starai chiedendo..

Che strumenti utilizzavano i maestri Maori per eseguire un tatuaggio?

I maestri Maori per eseguire i loro tatuaggi utilizzavano prevalentemente piccoli attrezzi taglienti a forma di cesello realizzati con ossa o metallo.

uhi-strumento-arte-tatuaggio-maori
Uhi ta-moko, strumento tradizionale Maori (australian.museum)
Chisel, strumento tradizionale Maori (horniman.ac.uk)

Questi strumenti venivano intinti nel pigmento e colpiti con decisione e forza per penetrare correttamente all’interno della pelle e creare quella sorta di cicatrice che distingueva i tatuaggi Maori da tutti gli altri stili di tatuaggio polinesiano.

Questo tipo di tatuaggio richiedeva la massima concentrazione e la massima resistenza durante lo svolgimento, proprio perchè era un’operazione dura dove si versava molto sangue.

Durante un tatuaggio maori, il sangue era considerato come un’evocazione di divinità e spiriti.

Devi sapere che questa tipologia di tatuaggio polinesiano era considerata un vero e proprio tabù: prima di realizzare un tatuaggio, ogni persona veniva isolata dalla comunità ricevendo del cibo speciale e se fossero stati uomini, questo sarebbe stato offerto da ragazze non ancora mature.

dove posso farmi un tatuaggio maori?

Ma se non sono appartenente alla cultura maori posso farmi un tatuaggio maori?

Certo che si, anche perché i Maori distinguevano i tatuaggi appartenenti solo alle tribù chiamati ta-moko e quelli aperti a tutti chiamati Kirituhi.

Oggi ci sono tantissimi artisti bravi che realizzano questo stile di tatuaggio, tra cui un mio caro amico e stimato collega: Stefano Iannoni in arte Rastinzz. (Instagram: Rastinzz)

Anche i Maori affermano che non devi essere polinesiano o cambiare la tua fede per tatuarti un simbolo Maori. 

Se ritieni che un simbolo specifico sia bello e vuoi tatuartelo anche solo per gusto estetico, non c’è nessun problema.

Non dimenticarti però di ricordare sempre il significato e l’importanza che è presente dietro ogni simbologia Maori, quale la fede del popolo polinesiano, la cultura e le loro tradizioni.

Se però sei alla ricerca di un’esperienza del tatuaggio Maori vissuta al massimo, dovresti farti un viaggio in Polinesia e farti tatuare da uno dei maestri Maori.

Lui saprà raffigurare tutte le tue informazioni e i desideri che vorrai portare sempre con te, proprio perché un tatuaggio Maori di solito è composto da un concetto globale contenente diversi simboli che verranno poi adattati individualmente alla tua storia personale.

Ricordati sempre che nel tatuaggio Maori ci sono davvero molti simboli per descrivere ogni tuo desiderio o raffigurazione e a volte anche più di uno.

I Maori sostengono che nella maggior parte dei casi un tatuaggio Maori viene composto da più simboli.

In questo modo si realizzerà un tatuaggio completo contenente tutti i simboli che rappresentano la storia precisa di una persona.

La vicinanza di tutti questi simboli permetterà un maggiore legame che intensificherà la protezione.

Ora ti starai chiedendo..

Ma quali sono i simboli/valori più importanti di questa cultura polinesiana?

Per i Maori esistono diversi valori che sono quasi sempre presenti all’interno di un tatuaggio, come ad esempio la famiglia, il rispetto, la protezione.

Conoscevi il Moko Tradizionale?

Se vuoi saperne di più sul Moko tradizionale Maori leggi ora l’articolo Tatuaggi Maori: svelate le 8 zone segrete del moko tradizionale​.

CONDIVIDI ora l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Federico Novelli

Federico Novelli

La mia passione per il tatuaggio mi ha portato negli ultimi anni a portare a più persone informazioni, cultura e curiosità riguardo a questo mondo. Esplora tutti gli articoli che trovi qui sul mio blog.

SCOPRI DI PIÙ SU DI ME
Federico Novelli

Federico Novelli

La mia passione per il tatuaggio mi ha portato negli ultimi anni a portare a più persone informazioni, cultura e curiosità riguardo a questo mondo. Esplora tutti gli articoli che trovi qui sul mio blog.

SCOPRI DI PIÙ

SEGUIMI SU:

restiamo collegati?

Iscriviti alla newsletter

Scarica il mio e-book gratuito “La cura per il tuo tatuaggio”, ti guiderà passo passo nella cura del tuo tatuaggio.

Iscrivendoti alla newsletter, oltre all’e-book, entrerai a far parte della lista degli utenti Premium che ti darà la possibilità di accedere alla lista degli amici piu stretti su Instagram, di ricevere le ultime news e gli ultimi articoli pubblicati.

ARTICOLI CORRELATI:

articoli

leggi anche: